In questa lunga estate di crisi da un lato e di eccessi dall’altro ecco che si fa spazio un nuovo modo di fare turismo e di viaggiare, basato sul baratto. E’ il neo – frugalismo italiano, riproposto in chiave moderna all’insegna di una maggiore sobrietà da parte dei consumatori e di un’attenzione crescente da parte dei venditori.

Tanti gli esempi su e giù per lo stivale. Alfredo Meschi, titolare di Villa Colle, Bed&Breakfast a Bosa Marina, in provincia di Oristano spiega “In cambio di un posto letto e della prima colazione chiediamo ai clienti di offrire i loro talenti. Un nonno, ad esempio, ha telefonato dicendo che amava raccontare  storie e così la sera ci intratteneva con le sue favole. Altri preferiscono regalare prodotti fatti in casa come olio e marmellata.  L’importante è condividere qualcosa di sè, a cui si attriuisce un valore emotivo e non economico”.  Questo B&B nel blog si presenta ai suoi lettori, potenziali clienti, così: Benvenuti a Villa VillaColle, il primo B&B anticrisi.. Non è un messaggio commerciale.. è tutto verissimo!

Un’altra idee anticrisi arriva da Milano: presso lo storico locale El Beverin ogni mattina oltre al tradizionale cappuccio e brioche si fa colazione con pane raffermo e latte al costo di €1,00. Se il mondo del baratto del viaggiare con la filosofia della frugalità vi interessa esiste una community virtuale ZeroRelativo, dove incontrarsi e scambiarsi oggetti ed esperienze. Esiste inoltre una categoria dedicata ai Viaggi, dove trovare idee senza costo per viaggiare ed anche materiale utile per il campeggio e per l’esperienza del viaggio (borse viaggio, cesta pic nic, letto per la tenda, ecc.). Per chi volesse ZeroRelativo si trova anche su Facebook!

Sono dell’idea che la crisi abbia portato e porterà ad una consistente messa in discussione dei valori radicati nella nostra società, come il consumismo imperante a favore di un nuovo modo di approcciarsi alle esperienze senza il concetto del consumo che ci faccia sentire più uniti e meno dipendenti dai soldi.