Continuano i contributi esterni al nostro blog. Oggi ospitiamo delle informazioni utili sulla tessera sanitaria, necessaria per partire tranquilli e senza pensieri anche se a volte ce ne dimentichiamo. A darci questi consigli è Enrico di Insured Journey. Vediamoli insieme.

Viaggio

Dal 2004 in poi tutti i cittadini italiani aventi diritto hanno ricevuto dal ministero della salute la nuova Tessera Europea di Assicurazione Malattia (da qui in poi TEAM); sono finiti dunque i tempi del modello E111 rilasciato dall’ASL prima di ogni viaggio. Ma proviamo a fare un po’ di chiarezza su come funziona l’assistenza sanitaria all’estero con la nuova carta.

Dove

La nuova tessera è valida:

  • nei paesi membri della UE
  • nei paesi che pur non essendo membri della UE hanno sottoscritto accordi bilaterali con l’Italia o con la UE (in Europa ad esempio sono Svizzera, Islanda, Norvegia e Liechtenstein; per una lista completa visitare questo link)

Come

Esibendo la TEAM in una struttura pubblica o convenzionata si ha diritto al trattamento medico alle stesse condizioni di un cittadino residente in quel paese. Pertanto potrebbe venire richiesto il <h3> se il paese in cui ci troviamo lo richiede (come ad esempio fa l’Italia con i visitatori stranieri in possesso della TEAM).
Eccezione fanno Francia e Svizzera che pretendono in alcuni casi, dipende dal tipo di prestazione, il pagamento immediato da parte dell’assistito; il rimborso può essere poi richiesto in loco presso gli enti competenti o al rientro in Italia presso la propria ASL (ovviamente dietro presentazione della documentazione esaustiva).

A che cosa non si ha diritto

  • A cure mediche in tutti i paesi non inclusi nella sezione “DOVE”
  • Al rimpatrio sanitario d’emergenza in caso di condizioni di salute gravi

Per questo il Ministero degli Esteri, tramite il sito Viaggiare sicuri, raccomanda sempre la sottoscrizione di una assicurazione sanitaria per il viaggiatore che preveda la copertura delle spese mediche nei paesi dove la TEAM non ha validità, e l’evacuazione medica sempre e comunque (visti gli alti costi dell’operazione). L’assicurazione viaggio vi darà spesso poi, a seconda della tipologia di prodotto acquistato, una serie di coperture complementari che a seconda delle esigenze personali potrebbero tornare utili.