Incidente aereoLe evacuazioni di emergenza dagli aerei accadono più spesso di quanto la maggior parte della gente possa pensare: circa una volta ogni 11 giorni negli Stati Uniti, secondo una relazione del 2000 da parte del National Transportation Safety Board. Ovviamente alcune situazioni sono più gravi di altre, come ad esempio quando l’aereo prende fuoco, ma, in molti casi, la più grande difficoltà nell’evacuare un aereo rimane lo scivolo.

Risale solo al 17 gennaio scorso l’incidente ad Heatrow della British Airways di cui ne accennavo qui: in quella circostanza i 136 passeggeri furono costretti a scendere dal Boeing 777 che si era schiantato prima della pista attraverso otto scivoli collegati alle uscite di emergenza dell’aereo. Il deplaning, come del resto l’atterraggio, è avvenuto correttamente, senza incidenti mortali, e con solo qualche lesione.

L’inchiesta non verrà realizzata per mesi, ma è probabile che alcuni di questi incidenti siano accaduti durante l’evacuazione e non nell’incidente iniziale. Anche nelle esercitazioni controllate, gli incidenti sono consueti. Quando il nuovo, gigantesco Airbus A380 ha effettuato le prove di evacuazione obbligatorie nel 2006, 33 dei 873 volontari sono rimasti feriti durante l’evacuazione. Un volontario ne è uscito con una gamba rotta, e i restanti 32 hanno subito ustioni durante lo scivolo. E tutto questo è stato considerato un successo.

Quindi, nell’improbabile caso in cui vi ritrovaste da evacuare un aereo da uno scivolo gonfiabile, ecco alcuni suggerimenti.

  1. Preparati un piano. Non aspettare che l’assistente di volo è cominci a urlare di uscire fuori per decidere che cosa si ha intenzione di fare. Gli esperti in materia di sicurezza aerea, anche il più navigati, contano le file che li separano dalle uscite di sicurezza più vicine ogni volta che siedono su un aereo. Sanno che il loro cervello non funziona correttamente sotto coercizione, e che i loro occhi non riusciranno a distinguere bene le cose in mezzo al fumo denso, per cui è necessario che essi abbiano già memorizzato quali siano le migliori vie di fuga prima che qualcosa vada storto.
  2. Preparati un altro piano. I passeggeri hanno spesso problemi ad aprire i portelloni d’uscita: non è facile, e spesso nemmeno gli assistenti di volo riescono a farlo agevolmente. Inoltre, gli scivoli funzionano malamente più di quanto si potrebbe aspettare. Nel 2000 uno studio sulla sicurezza aerea ha dimostrato come più di un terzo degli scivoli di evacuazione una volta testati facciano riscontrare malfunzionamenti. Così il fumo può anche rendere l’uscita di sicurezza più a te vicina e scelta nel punto precedente improvvisamente inutilizzabile. Così, invece di leggere il magazine della compagnia mentre stai aspettando l’aereo per il decollo, sarebbe utile individuare due piani di fuga.
  3. Esci velocemente. E’ bene ricordare che uno dei più letali errori commessi dai passeggeri è quello di prendere e portare con sè il bagaglio a mano. Questo fa sprecare tempo prezioso e intasa il corridoio dello scivolo di ostacoli. Purtroppo, anche se la cabina è piena di fumo, i passeggeri vogliono ugualmente alzarsi e prendere i loro bagagli a mano. Chloe, 24, è stato un passeggero sul volo della British Airways. “Ero giuto all’uscita di sicurezza, e mi accorsi che avevo in mano un cappello di bambù – e allora ho pensato, che cosa sto facendo con un cappello su un aereo che si è schiantato?” ha detto al Coventry Telegraph.
  4. Salta. Un altro grande problema – specialmente tra le donne e gli anziani – si verifica in cima allo scivolo. Le persone esitano e tentano di sedersi prima di scivolare. Se tutti saltassero invece, l’evacuazione potrebbe essere il 50% più veloce. Poiché un incendio può bruciare tutta la fusoliera di un aereo in 90 secondi, è essenziale essere veloci. Quando tutto funziona correttamente, gli scivoli posso gestire tranquillamente 70 passeggeri al minuto. Molti scivoli hanno ora due corsie. Qui potete vedere quanto può essere veloce un’evacuazione tramite scivoli (esercitazione di Boeing 777, lo stesso tipo di aereo coinvolto nell’incidente di Heathrow).
  5. Rimani raccolto. Per evitare ustioni e involontarie trottole sullo scivolo, mantieni i talloni e le braccia incrociate sul petto. Un sacco di infortuni accadono quando le persone battono per terra dopo aver perso il controllo: distorsioni alle caviglie e fratture alle gambe. Inoltre, le donne devono evitare di indossare tacchi a spillo e collant quando volano. I collant possono bruciare sulla pelle con il calore di un incendio sull’aereo.
  6. Vai lontano. L’area nelle immediate vicinanze dello scivolo non è un buon posto dove rimanere. Se sei tra i primi passeggeri ad essere uscito allora dovresti aiutare le altre persone a scendere. In caso contrario, lascia sgombera l’aera circostante. I tamponamenti in fondo allo scivolo possono essere veramente brutali.

Congratulazioni! Sei sopravvissuto all’evacuazione aerea d’emergenza. Ora preparati a riflettere su questa esperienza per ore. Dopo una evacuazione, infatti, e anche quelle di successo, i passeggeri devono spesso trascorrere ore in attesa che le autorità li rilascino alla loro vita civile, dopo aver adempiuto a tutte le paranoie burocratiche e giuridiche.

Se mai volerai ancora, avrai ora una bella storia da raccontare al passeggero seduto a fianco a te.

Post Originale del Time

Post di Viaggio Gratis

Come evacuare un aereo con lo scivolo