Oggi ospitiamo con piacere il post di un nostro nuovo amico: Andrea del blog Vizionario.

Il Salento è il luogo ideale per viaggiare in maniera veramente low-cost. In primo luogo costa poco alloggiare, nel senso che le strutture disponibili sono le più variegate ed adatte a tutte le tasche. In secondo luogo si mangia veramente con pochi euro, soprattutto il pesce che è altrove carissimo e che qui invece, dove viene pescato, si compra a buon mercato. Anche gli svaghi sono assolutamente economici sia per la quantità di feste di piazza presenti che la larga estensione della spiaggia libera.

Salento

Quanto sopra premesso, vediamo una idea concreta per una vacanza low-cost nel Salento.
La proposta riguarda in questo caso lo splendido tratto di costa adriatica che corre da Otranto a Leuca: è una fascia costiera quasi completamente ricoperta di scogliere scoscese che si gettano a picco nel mare.
E’ quindi una vacanza consigliata a chi ama il mare perfettamente cristallino che accompagna invariabilmente i lidi di scogli nel Salento.

Punto focale della proposta per una due-giorni di vacanza è Porto Badisco, località molto rinomata, non foss’ altro per il motivo che qui si dice approdato Enea in fuga dalla distrutta Troia.

Per quanto riguarda l’alloggio, è consigliato appoggiarsi ad una struttura leggermente spostata nell’entroterra, piuttosto che sulla costa, dove i prezzi sono generalmente superiori. Un valido punto d’appoggio per la ricerca di un bed & breakfast presso Otranto, potrebbe essere la campagna che circonda il minuscolo borgo di Casamassella. Questa soluzione presenta almeno tre vantaggi:

  • la possibilità di trovare un appartamento, spesso ricavato in una ex-masseria ad uso agricolo, a prezzi notevolmente inferiori alle strutture alberghiere
  • la collocazione nel mezzo della campagna salentina, completamente intatta e caratterizzata spesso dalla presenza di oliveti millenari
  • la possibilità di una maggiore autonomia, legata alla grande flessibilità dell’ appartamento indipendente

Da Casamasella a Porto Badisco c’ è una distanza di meno di sette chilometri, di strada completamente piatta. Conviene quindi risparmiare sul mezzo di trasporto e noleggiare una bicicletta o, se proprio non ve la sentite, uno scooter. In questo modo spendete quasi zero e fate bene anche all’ ambiente.

Giunti a Porto Badisco trovate infinite insenature e calette che non vi faranno rimpiangere le distese di sabbia della costa ionica. D’altra parte, non avete che da scegliere, visto che non essendo presenti stabilimenti balneari, non dovete tirare fuori un euro. Il risparmio è evidente anche nelle piccole cose: se siete arrivati con la macchina, con 2-3 euro pagate il parcheggio per tutto il giorno, ben diversamente dalle tariffe che gravano sui parcheggi del resto della penisola.

Per mangiare avete l’ imbarazzo della scelta: vi basta approdare sulla passeggiata litoranea di Porto Badisco e sedervi in una delle trattorie dove il prezzo è basso è la qualità dell’ immancabile pesce è alta. Fate pure un pranzo leggero, tanto vi potete rifare al tramonto con il tipico aperitivo di moda da queste parti: basta che vi fermate ad uno dei banchetti lungo la strada che vendono ricci di mare freschi e vino bianco. I ricci di mare sono la vera specialità di questo tratto di costa e sono quindi del tutto imperdibili.

Santa Cesarea Terme

Se non vi volete perdere una escursione a Santa Cesarea Terme, per una visita di almeno un giorno nella splendida cittadina termale, la cosa migliore da fare, se avete un minimo di voglia di fare sport, è prenotare una escursione guidata (sempre consigliata la presenza di una guida esperta) per coprire i sei chilometri che separano Porto Badisco da Santa Cesarea in kayak.

Per concludere, vorrei farvi osservare un ulteriore vantaggio offerto dall’ itinerario prospettato: le calette di Porto Badisco, fortunatamente, non risentono, per i motivi accennati, né del rincaro dei prezzi nella stagione alta né dell’assalto cui sono soggette le spiagge di sabbia della costa ionica soprattutto nel mese di agosto.

Photo credits: TripadvisorSalento.it