Todomondo
Cambiamenti negli operativi dei voli comunicati freddamente il giorno prima della partenza, hotel non corrispondenti all’offerta prenotata, numeri di assistenza staccati e transfer da e per l’aeroporto non inclusi.

E ancora: condizioni contrattuali a favore dell’organizzatore, cambiamenti di destinazione comunicati all’ultimo momento, pagamenti non saldati da parte della società nei confronti di hotel e compagnie aeree che costringono i clienti ad ingenti esborsi e rimborsi altamente incerti. Fino alla meritata apoteosi mediatica: Mi Manda Rai3 e Striscia la Notizia.

Assegni protestati, condizioni finanziaria disastrosa, insolvenza nei confronti di numerosi fornitori, stipendi non pagati e denunce.

E accanto a tutto questo ci sono tantissimi clienti soddisfatti, che non hanno ricevuto alcun disagio, e che si sentono di aver fatto veri affari con Todomondo: prezzi molto vantaggiosi per servizi turistici molto spesso identici forniti da blasonati e costosi tour operator. Ora vivono con apprensione questa situazione, come il possibile tramonto dell’operatore che consentiva di viaggiare il mondo a prezzi veramente low cost.

Decine di forum, gruppi di discussione e su Facebook dove si dividono (e talvolta arrivano allo scontro) detrattori e sostenitori, truffati e fedelissimi.

Fino a quando ieri compare sul portale un laconico e sinistro COMUNICATO URGENTE:

Egregi Signori,

la presente per comunicare che in data 14 luglio u.s. l’Assemblea dei soci di Todomondo Spa ha deliberato di promuovere una azione di responsabilità verso il proprio amministratore delegato Alessandro Scotti che è stato immediatamente revocato dalla carica.

Attualmente è in fase di ricognizione la situazione finanziaria ed economico patrimoniale della società.

Da un punto di vista operativo la società garantirà tutti i rientri per i passeggeri già in viaggio; siamo costretti, nelle more degli accertamenti in corso, a sospendere le prenotazioni e le partenze programmate dalla data odierna al 22 Luglio p.v..

Il socio di maggioranza si è attivato nel ricercare tutte le soluzioni che possano permettere alla società di riavviare le proprie attività nel tempo più breve possibile.

Todomondo S.p.A.

Pertanto le partenze e le prenotazioni sono state sospese fino al 22 Luglio e l’amminstratore delegato Alessandro Scotti è stato dimissionato (pare che ora la società stia facendo ricadere la cattiva gestione operativa proprio su di lui).

Ora la battaglia è per la sopravvivenza, sia dell’azienda sia di un modello di business turistico basato sulla flessibilità nella combinazione di voli (aeroporti e date) con hotel.

Todomondo fallirà?