Non capita tutti i giorni di aver a che fare direttamente lo staff Ryanair: per parlare con un addetto al servizio clienti occorrono €0.80 al minuto e gli assistenti di volo sono spesso così indaffarati che spesso non chiacchierano mai con i passeggeri a bordo. Questa fortuna l’ha avuta Jason Roe, un web designer di Dublino che scrive anche un blog personale sul quale un non identificato membro della staff della regina delle compagnie low cost ha commentato ripetutamente la propia esperienza di prenotazione con Ryanair.

In realtà non si è trattato di convenevoli e reciproche dimostrazioni di stima, e non si sono viste nemmeno pacche sulle spalle. I due ci sono andati già pesante, un vero e proprio alterco in piena regola. Il buon Jason, che aveva notato un errore sul volo per Cork (When I went to change my flight times, all of the prices on the flights had changed to “Total Cost of Flight 0.00″), s’è beccato dell’idiota, del bugiardo e del lunatico.

Il post ha fatto il giro del mondo in poco tempo e Ryanair non ha potuto smentire, ma ha rilasciato questa dichiarazione, nel perfetto stile bullistico che contraddistingue la nostra amatissima compagnia:

“Ryanair can confirm that a Ryanair staff member did engage in a blog discussion. It is Ryanair policy not to waste time and energy in corresponding with idiot bloggers and Ryanair can confirm that it won’t be happening again.

“Lunatic bloggers can have the blog sphere all to themselves as our people are far too busy driving down the cost of air travel”.

Se non fosse vero non ci crederei..