images.jpg
I dati parlano chiaro e quello che sembrava un fenomeno diffuso solo nel resto del mondo è oggi in Italia sempre più dominante. Lentamente le agenzie di viaggio perdono potere, anche se è difficile prevederne la loro scomparsa: per alcune fasce di utenza il mondo del web e la realtà dell’e-commerce è ancora “questo sconosciuto” e sono del parere che le agenzie di viaggio fisiche sopravviveranno per loro ed anche per svolgere funzioni sicuramente diverse da quelle attuali di intermediazione, diventando punti di informazione per chi è in partenza.

Secondo un’inchiesta Nielsen//Net Ratings, nel gennaio di quest’anno sono stati più di 9 milioni gli italiani che hanno navigato su siti lagati al mondo del travel. Nell’ultimo anno il turismo online è cresciuto del 13%. E sempre nell’ultimo anno alcune agenzie virtuali hanno registrato tassi di crescita,da non sottovalutare, arrivando persino a più 39%. In questa massiccia escalation anche le compagnie low cost non scherzano: 59% RyanAir, 38% EasyJet, 25% Meridiana.

Ma andiamo per ordine: perchè sempre più gente preferisce il web per prenotare le sue vacanze? In primis, è sicuramente per il fatto che l’utente riesce a costruirsi una vacanza “tailored made”, su misura, in base alle sue esigenze di bugdet e di tempo a disposizione. Il web permette all’utente di confrontare diverse possibilità di viaggio a diverse fasce di prezzi, dandogli solo l’imbarazzo della scelta. Inoltre, molti hotel offrono sconti vantaggiosi a quegli utenti che preferiscono prenotare dal web! A tutti questi vantaggi si vanno ad aggiungere quei servizi per così dire “collaterali”: visitatissimi negli ultimi mesi sono stati i siti di mappe, Google Maps (che ha registrato il 33% in più) e ViaMichelin.
Infine è il passaparola ancora a svolgere un ruolo decisivo nella scelta finale della destinazione delle vacanze: sui numerosi blog a tematica turistica si trovano opinioni a confronto e dibattiti sempre aperti su mete e strutture da scegliere…ma anche da evitare!!