CapalbioLa Guida Blu 2007 di Legambiente pubblicata dal Touring Club laurea Sardegna e Toscana come le migliori coste blu d’Italia. Hanno ricevuto, infatti, il maggior numero di vele (tre località a testa), seguite da Liguria, Campania, Puglia e Sicilia.

E’ Capalbio, in Toscana, ad aggiudicarsi il primo posto, seguita poi dalle Cinque Terre, da Castiglione della Pescaia (Toscana), e da Pollica Acciaroli e Pioppi (Campania). Capalbio, quindi, quest’anno ruba lo scettro alle Cinque Terre, vincitrici dell’edizione 2006, che si piazzano comunque al secondo posto.

Ecco a voi la classifica completa:

  1. Capalbio (Grosseto), la località balneare radical chic della Maremma, frequentata da politici e vip.
  2. Cinque Terre (La Spezia), ovvero Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso: cinque meravigliosi paesini liguri, dove natura e cultura si fondono tra scogliere e tradizioni.
  3. Castiglion della Pescaia (Grosseto), borgo marittimo completamente intatto
  4. Pollica Acciaroli e Pioppi (Salerno), all’interno del Parco Nazionele del Cilento
  5. Domus de Maria (Cagliari), dalle spiagge di Chia ai boschi del monte di Cùccuru
  6. Nardò (Lecce), nella penisola salentina, tra grotte, riserve marine e coste sabbiose
  7. Villasimius (Cagliari), con le sue bellissime spiagge e gli incontaminati fondali
  8. Bosa (Nuoro), vicino ad Alghero, adagiata a fondo valle e affacciata su un mare cristallino
  9. Noto (Siracusa), già patrimonio dell’UNESCO, vera perla della Sicilia
  10. Isola del Giglio (Grosseto), un prezioso fiore di isola, incastonata in acque cristalline.