Il couchsurfing, che significa “saltare da un divano all’altro”, è un metodo per viaggiare low cost, ma non è solo questo.

Il fondatore del progetto, partito nel 2003, è Casey Fenton. Gran viaggiatore e appassionato di viaggi, ha avuto l’idea di creare una community in cui le persone potevano offrirsi ospitalità reciproca scambiandosi il divano, il letto o la casa. Il principio è che il viaggio è un’esperienza di vita fatta sia dai luoghi che visitiamo, sia dalle persone che conosciamo e che in questo caso ci ospitano anche! 😉

Il motto del sito di couchsurfing è “Contribuisci anche tu a creare un mondo migliore, un divano alla volta”. L’idea di questa pratica di scambio è mettere in comunicazione viaggiatori di tutto il mondo e creare una rete di condivisione e di partecipazione.

Dal punto di vista pratico per usufruire del servizio è necessario iscriversi alla community sul sito ufficiale. Dovrete inserire:

  • i vostri dati anagrafici
  • la città di residenza
  • una vostra breve descrizione
  • una breve presentazione e qualche foto della casa in cui ospiterete i couchsurfer

Per usufruire del servizio di couchsurfing non è obbligatorio mettere a disposizione la propria abitazione, si può solo essere ospitati e non ospitare.

Couchsurfing

Il servizio è totalmente gratuito, non è previsto nessun tipo di pagamento per chi vi ospita. E’ però diffusa la pratica di presentarsi al padrone di casa con un regalo, in genere qualche prodotto tipico del Paese di provenienza.

Prima di scegliere a chi chiedere ospitalità, vi consiglio di controllarne il profilo con la descrizione degli interessi e dello stile di vita. In genere è più facile stabile una relazione con chi è più simile a noi.
E’ fondamentale per partire con il couchsurfing avere capacità di adattamento, ancora meglio se avete uno spirito un po’ avventuroso!

Allora che ne dite? Vi ho convinti a partire facendo couchsurfing? Se qualcuno di voi ha già fatto questo tipo di viaggio perchè non ci dà qualche dritta o ci racconta la sua esperienza?