Airone

Alitalia sta affilando le armi per sferrare l’attacco alle compagnie low cost. E’ notizie di ieri che trasformerà AirOne in una compagnia low cost ed a partire dalla prossima estate con alcuni collegamenti nazionali ed internazionali. Questa mattina Rocco Sabelli e Roberto Colaninno, rispettivamente amministratore delegato e presidente della compagnia di bandiera italiana, rilasciano una conferenza stampa a Malpensa, che diventerà proprio l’hub della low cost AirOne.

Secondo quanto trapelato, la sfida è lanciata proprio a Ryanair ed easyJet (la prima basata ad Orio, la seconda proprio su Malpensa, dove sta cercando di espandersi anche Lufthansa Italia), sulle tratte per Brindisi, Lamezia Terme e Trapani (voli giornalieri). Per quanto riguarda i voli estivi verranno attivati collegamenti per Alghero ed Olbia, ed in Europa per Ibiza e Palma di Maiorca. Al contrario, pare che verranno dismessi i voli intercontinentali di AirOne, a partire dalla tratta Milano-New York.

Le tariffe indicative dovrebbero assestarsi su €40 per i voli nazionali e €100 per quelli internazionali. Pertanto non si tratta molto aggressivi, anche se AirOne manterrà alcuni servizi non offerti dalle compagnie low cost.

Forse nella scaramuccia tra Enac e Ryanair sui documenti di qualche settimana fa c’era la volontà di spianare la strada a questo progetto?

Intanto François Bacchetta, Manager di easyJet, dà il benvenuto al nuovo progetto di AirOne e dichiara: “Siamo davvero lusingati che questa grande compagnia venga a imparare l’arte del low-cost proprio a Malpensa che è la nostra casa. A questo punto però, ci chiediamo: per par condicio, adesso che Alitalia incrementerà la sua presenza a Malpensa, potremo fare anche noi lo stesso a Linate?”.

Personalmente la vedo molto dura per Alitalia. Riuscirà ad abbattere i costi e ad essere veramente competitiva?