AirOne
Rocco Sabelli, amministratore delegato di Alitalia, dichiara: “l’offerta di Alitalia-Air One sarà di tipo low cost nel prezzo, ma non nei servizi: ci sarà la pre-assegnazione del posto, nessuno dovrà correre per sedersi, il check-in sarà gratuito, il bagaglio a mano sarà incluso nel prezzo, e il volo sarà cumulabile sul piano Millemiglia”.

L’idea è quella di fare di Airone una compagnia low cost, con i servizi di una compagnia di linea, per voli nazionali e internazionali, mentre Alitalia si focalizzerà sulla clientela business, ed in particolar modo sui voli intercontinentali. Sarà basata a Milano Malpensa, e così facendo il gruppo prevde di raddoppiare il numero dei passeggeri sullo scalo varesino: da 1,5 milini del 2009 ai 3 milioni del 2012, secondo il piano triennale.

La tariffe saranno prenotabili dal 23 Marzo, a partire da €25, per le seguenti nuove destinazioni: Alghero, Cagliari, Olbia, Trapani, Brindisi e Lamezia Terme. Previsti anche collegamenti stagionali per Ibiza, Palma di Maiorca, Creta, Mykonos, Salonicco e Rodi a partire da €75.

Dopo aver quasi abbandonato lo scalo in seguito alla decisione di portale tutta Alitalia a Fiumicino, il gruppo vuole pertanto diversificare l’offerta per contrastare il successo delle low cost. Pare comunque evidente anche ci sia un problema di concorrenza interna, dato che le rotte sono già coperte su Linate. Creare due reti di collegamento quasi identiche aveva portato alla decisione di chiudere Malpensa, oltre che a ingenti perdite. Tuttavia Alitalia tiene a precisare che i due hub sono complementari e che easyJet sarà attacca sul piano della qualità dei servizi.

Sabelli infine prevede un 2010 in pareggio, dopo una perdita di 270 milioni di euro del 2009.