Spostarsi, mangiare e dormire in una capitale europea può essere davvero molto costoso. In tempi di stagnazione economica come questi, le grandi capitali cercano di riempire le proprie città con manifestazioni di ogni tipo ed eventi culturali, ma soprattutto fanno leva sui prezzi, poichè è proprio il prezzo l’aspetto spesso decisivo nella scelta di una trasferta.

Oyster Card

Via dunque alla agevolazioni, tra le quali si collocano in primo piano le collaudate city card organizzate dagli operatori turistici: a fronte di una spesa contenuta d’acquisto, aproprono le porte a sconti e gratuità di ogni genere. Inoltre, queste tessere permenttono di non dover vagare alla ricerca dei biglietti da utilizzare per i mezzi di trasporto e di evitare le code alla cassa dei luoghi più frequentati. Vediamo le principali.

  • Parigi. Chi si reca enlla capitale francese deve munirsi di due diverse card:
    • La Paris Visite consente l’utilizzo senza limiti dei mezzi pubblici per un periodo che va da 1 a 5 giorni. Si può scegliere l’abbonamento valido per il centro cittadino (due giorni, €14) o quello onnicomprensivo che vale anche per raggiungere gli aeroporti e Disnayland Paris (due giorni, €27,5). La card consente anche agevolazioni ad alcuni musei.
    • La Museum Pass, invece, può valere per 2, 4 o 6 giorni e consente l’ingresso gratuito a 60 tra musei e luoghi di interesse (dal Louvre, all’Arco di Trionfo, dal Musée d’Orsay a Notre-Dame, da Versailles al Panthéon, dal Centre Pompidou al museo di Picasso…).
  • Londra. A Londra c’è la London Pass, la quale però risente dei prezzi elevati della capitale britannica. Quella valida per due giorni costa ben €86,9 e consente il libero utilizzo dei mezzi pubblici nelle zone centrali della città, l’ingresso in 55 tra musei ed attrazioni e sconti in negozi, ristoranti e altri musei. La card è disponibile con validità da 1 a 6 giorni, anche senza mezzi di trasporto (2 giorni, €71). Tuttavia, se non si ha interesse a visitare tutti questi musei, il miglior modo di muoversi a Londra è utilizzare la metro con la Oyster card. Si tratta di una carta ricaricabile che tutti i londinesi hanno sempre in tasca. E’ acquistabile in qualsiasi stazione della tube ed in moltissimi negozietti sparsi per Londra e si utilizza semplicemente passando la carta sui sensori presso le stazioni e sugli autobus. Costa 3pounds(di deposito) se acquistata in modalita PAY AS YOU GO mentre è gratuita se acquistata assieme all’abbonamento dell’autobus o della metro settimanale (altre info qui).
  • Budapest. La Budapest Card offre invece al suo possessore e ad un figlio di età inferiore ai 14 anni la possibilità di utilizzare gratuitamente tutti i mezzi di traporto cittadini, entrare gratis ai musei e avere buoni sconto per visitare siti cittadini, accedere ai bagni termali e usufruire dei ristoranti. Al momento dell’acquisto viene fornito un pieghevole (anche in italiano) su cui sono segnalati gli esercizi convenzionati e le informazioni turistiche utili alla visita della città. I costi variano a sconda della validità, ad esempio per 72 ore l’importo è pari a €32.
  • Vienna. La Vienna Card è simile alla Budapest Card: al costo di €18,5 si ha la possibilità di utilizzare la metropolitana, il tram e l’autobus per 72 ore di seguito, oltre che ottenere agevolazioni per l’ingresso in musei, attrazioni turistiche, negozi, teatri, concerti, caffè e ristoranti.
  • Lisbona. Libero utilizzo dei mezzi di trasporto, ingresso gratis o scontato del 50% nei musei o nei siti di interesse storico della capitale portoghese: sono queste le agevolazioni che si ottengono con la Lisboa Card. I prezzi variano da €15 per 24 ore a €32 per 72 ore. Esiste anche una Lisboa Restaurant Card che garantisce sconti del 15% in oltre 35 ristoranti cittadini. In questo caso la tessera per 2 persone costa €8,15, mentre una famiglia di due adulti e due bambini fino a 14 paga €10,75.
  • Stoccolma. La Stockholm Card, invece, oltre a tutti le agevolazioni già citate, include anche la sosta gratis nei parcheggi comunali.
  • Madrid. La Madrid Card offre invece l’ingresso gratuito in 40 musei, un numero imitato di viaggi gratuiti con bus e treni, conti in negozi, ristoranti, night-club e discoteche che aderiscono all’iniziativa. Il costo di due giorni è di €49.
  • Berlino. Libera circolazione sui mezzi pubblici della città e riduzioni per gli ingressi ai musei e attrazioni, sconti addizionali in grandi magazzini e negozi convenzionati sono le agevolazioni offerte dalla Berlin Welcome Card (€21,5 per 72 ore).
  • Amsterdam. La Amsterdam Pass offre invece ai sui possessori la libera circolazione sui mezzi pubblici, l’ingresso gratuito o ridotto a musei, teatri, spettacoli, ristoranti e altre attrazioni della città, un giro turistico gratuito in battello nel centro storico, sconti in negozi, noleggio bici e ristoranti (€53 per 72 ore).
  • Barcellona. Libera circolazione sui mezzi pubblici della città, riduzioni per gli ingressi a musei e attrazioni, sconti addizionali in negozi convenzionati sono i vantaggi della Barcellona Card (€25 per due giorni).
  • Venezia. La nostrana Venice Card, infine, comprende i trasporti (inclusa navetta da e per l’aeroporto Marco Polo), l’ingresso a 12 musei, 16 chiese e numerosi siti culturali, 2 accessi a toilette e nursery presidiate, oltre che a dare diritto ad un utile kit di viaggio (il costo per 3 giorni è di €37,5).
  • Altre Card in giro per l’Europa: La Praga Card, la Salzburg Card (Salisburgo), la Copenhagen Card, la Brüssel Card e la Zürich Card.